Il Coro

Il Coro Filarmonico Trentino è stato fondato nel 2007 da Sandro Filippi, che ne è ancora oggi il direttore. Inizialmente dedicatosi essenzialmente a programmi a progetto, può oggi contare su un nucleo stabile di componenti, ai quali si possono occasionalmente aggiungere, a seconda del repertorio, sia altri cantanti che strumentisti. La particolarità di questa formazione risiede infatti soprattutto nella sua flessibilità, sia per quanto riguarda l’organico che per la selezione dei repertori. Questa sua caratteristica la rende una compagine particolarmente adatta allo studio di musiche di epoche anche cronologicamente molto distanti: dalla polifonia a cappella rinascimentale, alla vocalità romantica sino alla contemporaneità. Fiore all’occhiello del Coro Filarmonico è infatti la collaborazione con alcuni compositori viventi e non come Renato Dionisi, Mauro Zuccante, Marina Giovannini, Roberto Di Marino, Nicola Segatta, che hanno scritto espressamente per il coro. Del compositore trentino Segatta, ad esempio, si segnala l’esecuzione in prima assoluta dell’opera sacra Ikone, in cartellone per il Festival di Musica Sacra di Trento e Bolzano 2014 e 2016, con la partecipazione del violoncellista Giovanni Sollima e trasmessa da RAI 5. Per l’edizione 2022 del medesimo Festival la formazione ha eseguito in prima assoluta anche la Messa del popolo per due cori alterni ed organo di sostegno di Luciano Chailly: un altro obiettivo della direzione artistica del coro è infatti quello di proporre musiche di raro ascolto, spesso all’interno di progetti articolati e sfaccettati, come, ad esempio, quello incentrato sulla figura di Ferruccio Busoni, comprendente lo studio e la concertazione di musiche giovanili di ispirazione mariana del compositore, la loro esecuzione in svariati contesti – tra cui, su espresso invito, il Centro di Studi Musicali F. Busoni di Empoli per le Giornate Busoniane 2013 e 2016 – nonché l’incisione del programma su CD e la conseguente pubblicazione per il periodico Amadeus.

Il coro si è inoltre proposto, sin dalla sua fondazione, di instaurare proficui rapporti di collaborazione attiva con gli altri enti di produzione del territorio, provinciali, nazionali ed internazionali. Dai progetti più locali, quali quello con il Corpo Bandistico di Albiano, la Banda rappresentativa della Federazione dei Corpi Bandistici trentina, il Festival Bozen, per cui ha eseguito la Via Crucis di F. Liszt nella ricorrenza dei 200 anni dalla nascita – partitura poi riproposta a Porcari su invito del Circolo Amici della Musica “Alfredo Catalani” di Lucca -, il citato Festival regionale di Musica Sacra, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, a quelli con l’Orchestra Filarmonica Slovena, per citarne solo alcuni. In particolare la collaborazione con quest’ultima orchestra, nata in occasione delle celebrazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale, ha prodotto l’esecuzione di musiche di Kurt Weill e Bohuslav Martinu, portati poi in una tournée che ha toccato Lubiana, Gorizia, Trieste e Trento. La lista degli enti per cui il coro ha cantato, nonché dei direttori con cui ha collaborato potrebbe essere molto lunga ancora: a quelle citate si possono aggiungere la Piccola Orchestra Lumière, l’Ensemble “Girolamo Frescobaldi”, l’Ensemble Windkraft, la Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni”, I Cameristi Toscani; con i direttori Gianluca Capuano, Stojan Kuret, Marco Somadossi, Giancarlo Guarino, Marco Bazzoli, Massimo Belli, Kasper de Roo, Giovanni Fornasieri; come pure l’elenco dei brani che ha studiato ed eseguito, che occuperebbe francamente troppo dello spazio di cui si dispone in questa sede.

Basti qui aggiungere che le collaborazioni con enti ed istituzioni concertistiche, nonché con compositori attivi, continuano ad offrire al coro occasioni impareggiabili ed inestimabili di ricerca e di studio, nonché la possibilità di essere soggetto produttore integrato nel panorama artistico di ampio respiro: ne è un esempio la collaborazione che ha dato vita all’opera Frammenti della creazione di Gloria Bruni, per cui il coro è stato contattato personalmente dagli organizzatori dell’evento transnazionale. 

.

Collaborazioni

Il Coro ha collaborato e collabora con artisti di chiara fama:

Orchestra Haydn di Trento e Bolzano – Orchestra Filarmonica Slovena – Orchestra Piccola Lumière – Banda Rappresentativa della Federazione Corpi Bandistici del Trentino – Corpo Bandistico di Albiano – Ensemble “Girolamo Frescobaldi” – Ensemble Windkraft – Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni” – I Cameristi Toscani

Direttori

Gianluca Capuano – Stojan Kuret – Marco Somadossi – Giancarlo Guarino – Marco Bazzoli – Massimo Belli – Kasper de Roo – Giovanni Fornasieri

Musicisti

Trio Broz (trio d’archi) – Matteo Bovo (violino) – Antonio Casagrande (contrabbasso) – Tarcisio Battisti, Simone Vebber, Leonardo Carrieri (organo) – Antonio Camponogara, Sabrina Kang, Gabriele Prodi (pianoforte) – Marta Garcia Gomez, Flora Vedovelli (arpa) – Marco Franceschi, Roberto Garniga (corno) – Giovanni Sollima (violoncello) – Marco Zurlo (violino)

Audizioni

Sono aperte audizioni per far parte del
Coro Filarmonico Trentino.

Contattaci
X